Tutti insieme per una notte

Tutti insieme per una notte

Siete pronti? Clicca su continua a leggere.

Bene, eccoci qua tutti insieme per passare quella che forse resterà negli annali della storia dell’informazione in rete: Rai per una notte. Come sapete il talk-show di Santoro è su internet perché la par condicio – o per meglio dire la censura di stato – obbliga i programmi di intrattenimento politico che non siano Tg a fermarsi fino alle elezioni di domenica e lunedì prossimo. Ma il blocco non indica la rete ma solo la Tv. E forse è stato un bene.

Stasera saremo, siamo, in tanti: molti amici di Cordenons, ma molti altri di tutte le città italiane che hanno accettato il nostro invito per questo liveblogging inusuale, ma – credo – uno dei pochi momenti in cui l’informazione libera può circolare senza chiusure di sorta. Vi parlavo dell’invito perché tutto è partito col più classico dei passaparola: email, sms, telefonate, Facebook e post su questo blog. Su Facebook è stata confermata la presenza di circa 70 persone certe, mentre gli insicuri sono una trentina; poi ci sono coloro che non hanno ancora risposto – circa 350 amici – e altri 80 non possono partecipare. Adesso però veniamo a noi e a questa serata.

Come funziona. Funziona che per vedere il talk-show dovete cliccare qui, mentre rimanendo su questa pagina potrete commentare ciò che volete senza preoccuparvi di nulla.

By |2010-03-25T21:04:58+00:00Marzo 25th, 2010|Mondo|75 Comments

About the Author:

Circolo del Partito Democratico di Cordenons. Contatti: Piazza della Vittoria, 4 Cordenons | email: pdcordenons@gmail.com | Facebook: Partito.Democratico.Cordenons | Twitter: @pdcordenons | Instagram: @pd.cordenons

75 Comments

  1. admin 25 Marzo 2010 at 21:08 - Reply

    Ci siamo eh!

    • admin 26 Marzo 2010 at 00:05 - Reply

      Santoro in apertura: “Caro presidente Napolitano, noi non siamo al fascismo, ma certe assonanze possono preoccupare”.

  2. admin 25 Marzo 2010 at 21:17 - Reply

    Immaginavo che avrebbe aperto con la manifestazione di sabato. Che ne pensate dell’inizio?

  3. Giacomo 25 Marzo 2010 at 21:24 - Reply

    Grande Cornacchione 😀

  4. Giacomo 25 Marzo 2010 at 21:27 - Reply

    Uno è il tuo dipendente… l’altro è il direttore del Tg4!!

  5. Giacomo 25 Marzo 2010 at 21:33 - Reply

    Travaglio: un pericoloso comunista!
    [Dice Francesca su Fb]

  6. admin 25 Marzo 2010 at 21:39 - Reply

    Ricordo a tutti che i commenti sono senza moderazione, quindi ci fidiamo di voi e di quello che direte… (e mi raccomando eh)

  7. Giacomo 25 Marzo 2010 at 21:41 - Reply

    Floris…

  8. Giacomo 25 Marzo 2010 at 21:45 - Reply

    sbaglio o Floris ha fatto finora il discorso più sensato da settimane a questa parte?

  9. admin 25 Marzo 2010 at 21:48 - Reply

    Gad Lerner parla come fosse ancora in Rai… è strano sentir parlare un dipendente di un’altra Tv così

    • admin 25 Marzo 2010 at 22:46 - Reply

      Lerner, “100mila euro fanno ridere per lo squilibrio informativo”

  10. admin 25 Marzo 2010 at 21:53 - Reply

    La Rai è per i politici… dite?

  11. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:03 - Reply

    Vediamo con chi se la prendono Elio e le storie tese

  12. Hiro 25 Marzo 2010 at 22:05 - Reply

    ciao Giacomo, arrivo ora 🙂

  13. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:05 - Reply

    La canzone del Trio 🙂

  14. admin 25 Marzo 2010 at 22:12 - Reply

    Monicelli: eravamo tutti contenti perché aveva sempre ragione lui….
    la rivoluzione è stata fatta ovunque, tranne in Italia

  15. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:13 - Reply

    Ciao socia, come va?

  16. admin 25 Marzo 2010 at 22:15 - Reply

    quanto è vecchio Dorfles

  17. admin 25 Marzo 2010 at 22:18 - Reply

    Il più grande evento della storia italiana del web. E noi ne facciamo parte!!

  18. Hirondo 25 Marzo 2010 at 22:20 - Reply

    ciao! sto ascoltando Monicelli e Dorfles.
    ce ne sarebbe da dire ché nessuno dei due ha torto anche se non è proprio quella la speranza.
    Santoro invece è sempre Santoro.

  19. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:25 - Reply

    Daniele Luttazzi a Annozero erano secoli che non si vedeva

  20. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:26 - Reply

    Hiro e chi volevi che fosse 🙂

  21. admin 25 Marzo 2010 at 22:33 - Reply

    Ezekiel da Twitter: “mai vista una cosa del genere in Italia, siamo a quasi 4000 tweet all’ora, all’estero si chiedono cosa stia accadendo qui.” Semplice: l’Italia a volte si sveglia

  22. admin 25 Marzo 2010 at 22:35 - Reply

    “erano 8 anni che aspettavo di dirlo” 🙂

  23. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:39 - Reply

    Da Twitter: “Ha raccolto più gente Santoro chiedendo 2 Euro e 50 che Berlusconi regalando 100 Euro”

  24. admin 25 Marzo 2010 at 22:39 - Reply

    Odiare, secondo Aristofane, è cosa nobile

  25. admin 25 Marzo 2010 at 22:42 - Reply

    alla fine del monologo di Luttazzi 5700 tweet all’ora, credo sia un record assoluto in italiano

  26. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:43 - Reply

    forse in questo momento qualcuno si starà rendendo conto che la censura è un tremendo boomerang

  27. admin 25 Marzo 2010 at 22:47 - Reply

    Ecco con chi è chi

  28. admin 25 Marzo 2010 at 22:47 - Reply

    “dicono che abbia il telefono sotto controllo”

  29. Giacomo 25 Marzo 2010 at 22:49 - Reply

    Federico su Facebook: “Silvio, perché non fai una bella chiamata con Skype in diretta su raiperunanotte”

    • admin 25 Marzo 2010 at 23:37 - Reply

      Prima qualcuno dovrebbe spiegargli cos’è Skype

  30. admin 25 Marzo 2010 at 22:53 - Reply

    aspettiamo fiduciosi la fine dell’istruttoria, dice Santoro a 64 denti

  31. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:00 - Reply

    über 4000 Hashtags pro Stunde für #raiperunanotte … was ist los in Italien ;-)?!

    Traduco dal tedesco, dato che questo è facile capirlo: oltre 4mila hashhtag per #raiperunanotte… che succede in Italia?
    l’hashtag è il cancelletto che si usa su Twitter prima di una ricerca: ad esempio #raiperunanotte ritorna tutti i twitt che parlano di Rai per una notte, e quelle twitter tedesco si chiedeva che stesse succedendo nel nostro paese per un così alto numero di hashtag

  32. Hirondo 25 Marzo 2010 at 23:02 - Reply

    O__o admin, se “Odiare, secondo Aristofane, è cosa nobile”, allora Hitler era un santo?

    • admin 25 Marzo 2010 at 23:08 - Reply

      Odiare e uccidere sono due cose diverse, almeno lo spero… se non è così anche per te mi sa che abbiamo sbagliato tutto, tutti noi.

      • Hirondo 25 Marzo 2010 at 23:29 - Reply

        😉 ah, allora l’odio è un’affetto platonico?
        ti odio ma ti faccio del bene perché sono un buono?

  33. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:05 - Reply

    Milena Gabanelli è la solita grande signora: con pochissime parole dice praticamente tutto

  34. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:06 - Reply

    Intelligente, coincisa, posata, educata ed elegante.

  35. Hirondo 25 Marzo 2010 at 23:06 - Reply

    sì, la Gabanelli è tutt’altra cosa da Santoro.

    • Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:09 - Reply

      socia, Santoro ha il dente avvelenato perché è stato tagliato fuori

  36. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:17 - Reply

    agli amici romani: Panini comunisti che, voi mi insegnate, sono quelli con la mortazza 🙂

  37. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:19 - Reply

    120mila accessi su raierunanotte.it e 60mila su su repubblicait
    maestoso!!

    • Hirondo 25 Marzo 2010 at 23:23 - Reply

      😛 niente su trenta milioni che votano.

      • admin 25 Marzo 2010 at 23:36 - Reply

        L’Italia ha solo un decimo della popolazione votante con una connessione internet, dunque è maestoso a prescindere dai votanti totali 😉

  38. admin 25 Marzo 2010 at 23:20 - Reply

    appena twittato: raiperunanotte is a show for press freedom in Italy help us make it a trending topic, pls

    • Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:22 - Reply

      reply: we are part of the biggest mediatic event against censorship in Italy. I am so proud of being online

  39. Hirondo 25 Marzo 2010 at 23:22 - Reply

    😉 socio, Santoro l’ho visto dal vivo a Trieste una decina di anni fa. ha sempre avuto un’abilità unica a togliere il microfono a chi poteva “infastidire” le sue tesi.
    sta parlando Travaglio adesso. Napolitano ha spiegato perché e anche lanciato un’idea.
    e il TAR ha avuto ragione, leggi regionali, ma siam sempre lì, tutti “federalisti” a parole e tutti accentratori. Berlusconi forse più di tutti.
    e sulle regole: l’italia è sempre stata quella che cambia le regole in corsa, mica è una novità. certo sarebbe ora di finirla con questa abitudine.

    • Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:25 - Reply

      Santoro, come dicevano poco fa in registrazione, è in Tv da 25 anni, quindi ha l’esperienza per far questo (sbaglia? non sbaglia? ad ognuno il suo).
      Napolitano, secondo me, ha sbagliato a firmare e le motivazioni non reggono.
      Il federalismo è una cosa che prima o poi si farà, e la si farà perché ne abbiamo bisogno più che per crederci, soprattutto perché – come dici bene tu – l’Italia NON PUO’ cambiare sempre le regole in corsa.

      • Hirondo 25 Marzo 2010 at 23:46 - Reply

        sai, secondo me Santoro è sopravvalutato, come tanti altri opinionisti del resto. e lo è proprio anche dai suoi antagonisti politici, nel solito discorso “mors tua, vita mea”.

        sulla mancanza di lavoro, gli errori sono annosi e non sono solo di Berlusconi. siamo semplicemente stati svenduti e trasformati in un paese di consumatori poco appetibili.
        ed è successo mentre guardavamo la televisione, anche quella fatta da Santoro (da 25 anni, no?).
        o “guardavate”, ché io l’ho buttata da 15 anni, per nausea.

  40. admin 25 Marzo 2010 at 23:29 - Reply

    Morgan fischiatissimo

  41. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:32 - Reply

    Non ho ben capito qual è il pensiero di Morgan, ma soprattutto, perchè sta ripetendo parole a caso? Santoro appare perplesso

  42. admin 25 Marzo 2010 at 23:33 - Reply

    Berlusconi è un grande! Prepara gli esposti prima della commissione e s’incazza con Innocenzi perché non fa come dice. E’ proprio un grande

  43. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:39 - Reply

    Lerner: la censura ha generato un antidoto formidabile. Il diavolo ha fatto le pentole ma non i coperchi

  44. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:40 - Reply

    Appena spiegato ad u utente americano: The biggest web event in Italian history.120k users are watching the show that Berlusconi banned from public TV

  45. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:41 - Reply

    se prima il Governo congelava i fondi sulla banda larga internet dopo raiperunanotte taglierà proprio i cavi

  46. admin 25 Marzo 2010 at 23:42 - Reply

    Takanet: La nostra libertà di espressione e’ relegata alla rete e Twitter. Come in Iran.

  47. admin 25 Marzo 2010 at 23:44 - Reply

    tg3news: Ragazzi siamo tantissimi! Abbiamo i dati aggiornati, solo sul sito del TG3 siamo a 328000 contatti. Facebook

  48. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:46 - Reply

    La crisi ha aumentato il divario tra chi sta meglio e chi sta peggio. C’è meno lavoro, c’è meno libertà e meno dignità

  49. admin 25 Marzo 2010 at 23:47 - Reply

    Il bacio della libertà!! Grandissimo Benigni 😀

  50. admin 25 Marzo 2010 at 23:49 - Reply

    La libertà è erotica!

  51. admin 25 Marzo 2010 at 23:53 - Reply

    Il monologo di Luttazzi è già su Youtube

  52. admin 25 Marzo 2010 at 23:57 - Reply

    Il trio Medusa ha dato la più logica definizione al Tg1: è uguale a Studio Aperto!

  53. Giacomo 25 Marzo 2010 at 23:58 - Reply

    Fede è pieno di cerone più di Berlusconi: rediculation contest!

  54. Hirondo 26 Marzo 2010 at 00:01 - Reply

    beh, buonanotte. Fede è un altro che non reggo, pari a Santoro.

  55. Giacomo 26 Marzo 2010 at 00:02 - Reply

    Dania: “Immagino che Emilio Fede abbia diritto a dire la sua. Uno dei difetti della democrazia.”

  56. Marco Bonazza 26 Marzo 2010 at 00:03 - Reply

    Ciao ragazzi, ecco una qualità migliore….

    http://www.tg3.rai.it/dl/tg3/raiperunanotte.html

    • admin 26 Marzo 2010 at 00:14 - Reply

      Ciao Marco, anche su Sky e Current si vede molto meglio in effetti

  57. Giacomo 26 Marzo 2010 at 00:09 - Reply

    #raiperunanotte è twitter trending topic in UK e Irlanda

  58. Giacomo 26 Marzo 2010 at 00:17 - Reply

    “Minzolini dice che non ha peli sulla lingua” “Si vede che Berlusconi si è fatto la ceretta sul sedere”
    Grande Vauro!!

  59. admin 26 Marzo 2010 at 00:22 - Reply

    Il giuramento finale “ora e sempre la fremo fuori dal vaso!!”
    Finito!

  60. admin 26 Marzo 2010 at 00:25 - Reply

    Rai per una notte finisce qui, è mezzanotte e 25 e pure noi – ringraziando di cuore chi ha partecipato commentando o solo leggendo questo primo esperimento di liveblogging – ce ne andiamo a dormire non prima di darvi appuntamento, se ci sarà, alla prossima partecipazione collettiva.
    Buonanotte.

  61. gianni ghiani 26 Marzo 2010 at 10:40 - Reply

    Commento a posteriori non avendo potuto farlo durante la trasmissione

    Arrivato a casa in tarda serata, mi sono sintonizzato su Rainews24 e pensavo di poter vedere solo la coda del talkshow. Invece mi sono beccato dieci minuti di tribuna elettorale con le traduttrici LIS (per carità un servizio utile per i non udenti) e non capivo il perchè. Poi improvvisamente il direttore Mineo motiva il cambio di programma dicendo che la direzione generale gli ha imposto di mandare in onda le tribune. L’unica cosa che poteva fare è stata quella di mandare in onda Santoro in differita.

    Onore comunque a Corradino Mineo che non ha accettato di oscurare la trasmissione….ma quanta pressione dall’alto…quanta ostinata volontà di censura da parte dei vertici Rai che hanno ancora di più manifestato tutta la loro sudditanza nei confronti di Berlusconi.

    E’ stata una manifestazione in cui si è gustato fino in fondo il senso della libertà di espressione che non deflette e addirittura si eleva oltre ogni macismo del potere di chi governa malamente questo Paese e racconta balle dalla mattina alla sera per coprire la sua inadeguatezza.

    Il fatto nuovo sta nelle nuove tecnologie che consentono di scavalcare ogni tentativo di censura. Il Manovratore ha le armi spuntate. Il re delle televisioni generaliste non ha più tutto il potere nelle sue mani. La Rete sta facendo la rivoluzione dell’informazione e della comunicazione. E siano solo agli inizi!

  62. eugenio cervesato 26 Marzo 2010 at 17:47 - Reply

    io ho seguito sul sito principale, perchè qui non mi funzionava niente, e così non ho potuto commentare … comunque vedo che avete già fatto bene anche senza di me …
    bisognerà che imparo meglio ad utilizzare questo strumento …

Leave A Comment Annulla risposta

10 + nove =