Senza limiti

Senza limiti

Roma, 28 apr. (Adnkronos) – “Esprimo la più convinta solidarietà a Gianfranco Fini per gli attacchi personali che quest’oggi il Giornale gli ha mosso. La critica politica, anche più severa non può trascendere in aggressioni ai familiari e su vicende che nulla hanno a che fare con la politica.”

Di Pietro? Bersani? Bocchino? Perina? Macchè!!

By |2010-04-28T16:51:17+00:00Aprile 28th, 2010|Mondo|7 Comments

About the Author:

Circolo del Partito Democratico di Cordenons. Contatti: Piazza della Vittoria, 4 Cordenons | email: pdcordenons@gmail.com | Facebook: Partito.Democratico.Cordenons | Twitter: @pdcordenons | Instagram: @pd.cordenons

7 Comments

  1. Luca Bagatin 28 Aprile 2010 at 18:50 - Reply

    Il Giornale sta cominciando ad imparare dai cattocomunisti, evidentemente…….

    • admin 29 Aprile 2010 at 16:51 - Reply

      Il tuo vocabolario è decisamente limitato, direi di aggiornarti un po’ 😉

  2. Luca Bagatin 29 Aprile 2010 at 17:12 - Reply

    Non è certo il mio vocabolario ad essere limitato, ma il modo di fare politica d’oggi, ad ogni livello: si preferisce attaccare l’avversario sul personale, piuttosto che parlare di problematiche concrete.

    • admin 29 Aprile 2010 at 17:14 - Reply

      Dai Luca, hai capito a cosa mi riferisco

  3. Natale Sorrentino 30 Aprile 2010 at 10:12 - Reply

    Il Giornale e la Destra in genere hanno SEMPRE utilizzato l’attacco personale al posto della doverosa critica politica. Un esempio per tutti, la campagna di stampa del Giornale e di Libero sull’affare Telecom e sulla commissione Mitrokyn. Per circa due anni hanno infangato alcuni politici di sinistra prendendo per buone le BUFALE di Igor Marini (noto truffatore) e di altri squallidi personaggi dei servizi e servizietti deviati. In tante altre occasioni hanno pubblicato foto, nomi e indirizzi dei deputati e senatori che avevano votato qualcosa che la destra non gradiva…Fassino crocifisso per una telefonata, intercettata, con Consorte (senza alcuna rilevanza penale), mentre la destra e la lega riceveva prebende dalla banda Fiorani e company (salvataggio della FALLITA banca leghista) e finanziamenti illeciti (mazzette) ad alcuni dirigenti leghisti….devo continuare? Inoltre mi preme una considerazione: è stata proprio la stampa di “sinistra”, come Repubblica, l’Unità e l’Espresso, a permettere, con le loro inchieste, l’apertura di indagini della magistratura sulle malefatte di qualche politico di sinistra. A destra, invece, in casi analoghi ed opposti, scatta la “copertura” a tutti i costi (magistratura rossa, ad orologeria, accanimento). Un esempio? Il caso Scajola!

  4. […] This post was mentioned on Twitter by PD Cordenons. PD Cordenons said: La faccia tosta del presidente del Consiglio è senza limiti: http://wp.me/pzCvx-tc […]

  5. Luca Bagatin 30 Aprile 2010 at 17:40 - Reply

    Caro Sorrentino (che saluto, ricordandola quale mio supplente d’italiano alle scuole medie),
    vorrei ricordare che i cattocomunisti (che mi rifiuto di definire “di sinistra” per rispetto alla grande tradizione della sinistra risorgimentale di matrice repubblicana, radicale, socialista e liberale, alla quale mi rifaccio in toto) non hanno mai lesinato insulti edi invettive anche a livello personale a gran parte degli esponenti della migliore tradizione di governo della Prima Repubblica (l’unico, l’autentico Centro-Sinistra).
    Vorrei altresì ricordare che Pier Paolo Pasolini fu peraltro oggetto dell’accusa di pederastia (così, arcaicamente, si definivano gli omosessuali ritenuti “pedofili), da parte di militanti del Partito Comunista friulano.
    Sul caso Telecom, rimando alla documentazione raccolta dall’ottimo Davide Giacalone.
    Sulla Commissione Mitrokin (stoppata da Berlusconi, visti i suoi “rapporti pericolosi”, amati però da D’Alema), all’ottimo lavoro dell’On. Paolo Guzzanti (si veda anche “Il mio agente Sasha”, Aliberti Editore).

Leave A Comment

due × 3 =