Questa manovra la paghi tu

Questa manovra la paghi tu

pd aquila newsletter

Care democratiche, cari democratici

ieri alla Camera ci sono state le dichiarazioni di fiducia sulla manovra finanziaria. Tremonti ha detto che “questa manovra fa pagare i papaveri”.
Invece, come ha ribadito il segretario del PD Pier Luigi Bersani nel suo intervento, la manovra colpisce insegnanti, poliziotti, infermieri, vigili del fuoco: stiamo parlando di questo! E gli agricoltori che protestano, come abbiamo detto alla Lega, contro gli evasori delle quote latte, gli italiani a cui rimandano di un anno l’età della pensione, un anno e mezzo per gli autonomi. Colpisce voi che da gennaio pagherete più cari i servizi. Sono questi i papaveri? Allora i miliardari come il nostro Presidente del Consiglio, che non pagano un euro per questa manovra, cosa sono, mammole da proteggere?

I 24 miliardi della manovra andavano trovati in modo diverso. Il PD ha proposto di rafforzare la lotta all’evasione, far pagare di meno imprese e lavoratori intervenendo sulle rendite patrimoniali e finanziarie. Ma non se n’è potuto discutere.

Con l’ennesimo voto di fiducia il governo ha mortificato il Parlamento: nessun confronto, nemmeno sugli emendamenti a favore dei terremotati aquilani.
Così due giorni fa Bersani insieme a Dario Franceschini, Rosy Bindi e 140 deputati del PD ha lasciato l’Aula di Montecitorio per raggiungere L’Aquila.



Siamo tornati nei luoghi devastati dal terremoto per metterci al servizio dei cittadini. Per ridare voce a chi non ce l’ha. Abbiamo visto la zona rossa, parlato con i cittadini riuniti in assemblea accogliendo proteste e proposte. Ripartiamo dall’appoggio alla proposta di legge di iniziativa popolare e della tassa di scopo per la ricostruzione.
Alla festa democratica nazionale a Torino lanceremo la campagna per raccogliere le firme sulla proposta degli aquilani.
Prendiamo un impegno sentito come compito personale, teniamo viva la questione de L’Aquila, dove il PD c’è e dove si terrà la nostra Festa Nazionale della Cultura dal 7 al 12 settembre, proprio per tenere alta l’attenzione sul dramma che stanno vivendo tanti italiani.
Vi aspettiamo.

La redazione

By |2010-07-29T22:40:20+00:00Luglio 29th, 2010|Partito Democratico|3 Comments

About the Author:

Circolo del Partito Democratico di Cordenons. Contatti: Piazza della Vittoria, 4 Cordenons | email: pdcordenons@gmail.com | Facebook: Partito.Democratico.Cordenons | Twitter: @pdcordenons | Instagram: @pd.cordenons

3 Comments

  1. […] via http://pdcordenons.wordpress.com/2010/07/29/questa-manovra-la-paghi-tu/ Posted by admin on luglio 30th, 2010 Tags: News, Politica Share | […]

  2. Luca Bagatin 30 Luglio 2010 at 14:32 - Reply

    Bersani ripropone aria fritta se non vecchie ricette.
    Serve responsabilità in questi momenti di crisi e ad una manovra di questo tipo (che sicuramente poteva contenere maggiormente la spesa pubblica improduttiva, ma tant’è) non vi era comunque alternativa.

    • Natale Sorrentino 3 Agosto 2010 at 11:15 - Reply

      Non mi pare di grande novità una manovra che colpisce i “soliti noti”, (lavoratori dipendenti, pensionati, poliziotti, medici, infermieri, docenti…)lasciando in pace i redditi alti, poco dopo aver “scudato” gli evasori, premiandoli. Ho pagato oltre 15.000 euro di tasse sul TFR…se avessi potuto “trasferirlo” al lordo all’estero e scudarlo, avrei pagato solo 3000 euro! Bella novità!
      QUESTA MANOVRA SI’ CHE E’ UNA VECCHIA RICETTA TRITA E RITRITA!

Leave A Comment

cinque + 9 =