Perché i controlli TARSU

Perché i controlli TARSU

Tanti per cambiare

Comunicato Stampa

PERCHE’ I CONTROLLI TARSU

Cordenons 22 febbraio 2010

Dopo le numerose proteste dei cittadini presso l’Ufficio Tributi a causa del controllo sulla TARSU, mi preme fare alcune precisazioni: E’ giusto che tutti paghino le tasse?
Io ritengo di sì, e ritengo che sia anche una questione di “responsabilità civica” da parte di una Amministrazione fare tutti i controlli per raggiungere tale risultato, controlli eseguiti nell’ambito della legge. Inoltre, anzi prima di tutto, è una forma di rispetto verso la stragrande maggioranza dei cordenonesi che le tasse le pagano correttamente e puntualmente.
Ricordo che quest’anno la Regione ha tagliato di oltre 900 mila euro i contributi al Comune di Cordenons.
L’alternativa al recupero delle tasse non pagate era o tagliare servizi (in questo momento di difficoltà per le famiglie sarebbe stata pura follia) o alzare tasse, imposte, tariffe.
Ebbene, anche grazie al recupero delle tasse non pagate nel 2010 riusciremo a garantire gli stessi servizi, senza alzare le tasse. Sacile, Fiume Veneto, Fontanafredda le tasse invece le hanno alzate!!!
Ho sentito lamentele sul criterio dell’80% della superficie catastale: mi ci si rende conto che questo criterio tutela il contribuente?
Ho sentito lamentele sul perché dei controlli su 4 anni: per una questione di efficienza dell’Ufficio Tributi.
Tutte le posizioni verranno controllate, ma è più efficiente (cioè permette di impiegare meno tempo) controllare un contribuente per tutti gli anni arretrati. E’ come dire che conviene “aprire la cartellina” del contribuente Tizio una volta sola, controllando tutti gli anni, piuttosto che “aprire tutte le cartelline” anno per anno. E’ questione di buon senso.

Ricordo poi che con questi avvisi non viene richiesto il pagamento né di sanzioni né di interesse: in pratica, si chiede al contribuente quello che avrebbe già dovuto pagare, nulla più!
Ho sentito anche qualcuno lamentarsi che non è giusto pagare la TARSU in base alla superficie: sono perfettamente d’accordo! Lo ritengo un criterio assolutamente iniquo.
Questa Amministrazione avrebbe voluto cambiare il criterio, facendo pagare in base all’effettiva produzione di rifiuti. Peccato che le Leggi Finanziarie lo hanno impedito, almeno dal 2007 ad oggi.
Avrebbe potuto farlo l’ex Amministrazione Del Pup, sollecitata più volte dall’opposizione di cui facevo parte anch’io. In quelle occasioni non c’erano ostacoli normativi. Si vede che all’ex sindaco Del Pup questa iniquità andava bene.
Quindi invito i cittadini e i professionisti, che si recano giustamente all’Ufficio Tributi per chiedere informazioni, di verificare prima di tutto se i controlli sono eseguiti nel rispetto della legge. Se cosi’ è, per cortesia, si eviti di criticare il lavoro dell’Ufficio Tributi.
Tanto più in questo periodo, in cui i giornali sono pieni di notizie dei soliti furbetti che si guardano bene dal rispettare la legge…

Per la cronaca, non si sono verificati molti errori in questi controlli. La maggior parte dei cittadini che si sono rivolti all’Ufficio Tributi hanno dovuto constatare che i calcoli erano giusti. Per cui l’Ufficio, oltre che lavorare nell’ambito della legge, lavora anche bene.

Francesco Venerus, Assessore al bilancio di Cordenons

Il messaggio dell’Assessore è chiaro ed è facilmente comprensibile a tutti. Senza i recuperi della tasse non pagate, il Comune avrebbe avuto due sole alternative per far quadrare il bilancio: o aumentare le tasse, o tagliare i servizi. Soluzioni ovviamente che sarebbero state entrambe negative per tutti i cittadini.
Si sappia che mentre noi le tasse non le aumentiamo, tre comuni di CENTRODESTRA come Sacile, Fontanafredda e Fiume Veneto per pareggiare il loro bilancio 2010 hanno deciso, invece, di AUMENTARLE!
Torniamo al punto. E’ vero o non è vero che invece di aumentare le tasse a tutti – quindi gravando su coloro che le hanno sempre pagate – è meglio recuperare il dovuto chiedendolo a quelli che le tasse non le hanno pagate per intero? Di fatto l’Amministrazione Mucignat fa leva sul normalissimo principio di equità per far quadrare i conti. Nulla di più nulla di meno. Come Pd siamo convinti che questa scelta sia giusta e che sarà apprezzata dai cittadini.

Voi cosa ne pensate?

By |2010-02-22T13:45:45+00:00Febbraio 22nd, 2010|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Circolo del Partito Democratico di Cordenons. Contatti: Piazza della Vittoria, 4 Cordenons | email: pdcordenons@gmail.com | Facebook: Partito.Democratico.Cordenons | Twitter: @pdcordenons | Instagram: @pd.cordenons

Leave A Comment

15 − dodici =