A Cordenons la destra delle tasse penalizza famiglie e imprese

A Cordenons la destra delle tasse penalizza famiglie e imprese

L’aumento delle tasse anticipato a mezzo stampa dall’assessore al bilancio Raffin è sconcertante. Adesso si viene a dire che per far quadrare i conti del bilancio di previsione 2013 c’è la necessità di aumentare la pressione fiscale sui cittadini, quando nel 2012 l’Amministrazione Ongaro ha voluto fare a tutti i costi un investimento totalmente inutile di 1,3 milioni di euro per realizzare una palestra a Villa d’Arco? Inaccettabile! La decurtazione, in atto da quattro anni ormai, dei trasferimenti da parte degli enti di governo superiori era facilmente prevedibile. Il problema è che, oltre ad aver fatto investimenti sbagliati, la programmazione non c’è e manca un’efficace azione di contenimento della spesa corrente.
Si sappia che con l’aumento dell’addizionale comunale IRPEF saranno penalizzati tutti i cittadini, specialmente quelli a più basso reddito. Attenzione, poi, sull’applicazione della Tares! Potrebbe essere una mazzata per i nostri commercianti, artigiani e piccoli industriali. Quei pochi che sono intervenuti all’assemblea pubblica – un flop dovuto alla mala organizzazione dal Sindaco – lo hanno detto forte e chiaro che la pressione fiscale, anche comunale, li sta strozzando. Se non si provvede la situazione diventerà insostenibile. L’amministrazione Ongaro non accampi troppi alibi, si assuma le sue responsabilità.

By |2013-07-12T17:08:29+00:00Luglio 12th, 2013|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

3 × 2 =