LiberaRete

LiberaRete

“Saremo a piazza Navona il 1° luglio. Per difendere la libertà di informazione e la Costituzione. Ci saremo perchè siamo fortemente critici nei confronti del Ddl Alfano: pensiamo che il problema dell’uso improprio delle intercettazioni vada affrontato alla fonte, e che non possa essere il pretesto nè per ridurre gli interventi degli organi come la magistratura nè per mettere bavagli alla stampa. Questa legge è dunque improponibile, ci mette al di fuori di tutti i contesti occidentali e faremo la nostra battaglia senza riserve in parlamento. Anche alcuni esponenti del centro destra hanno sollevato più di una perplessità su questa Legge. Adesso chiediamo loro coerenza: devono dimostrare in che modo intendono opporsi. Io ho sempre usato l’espressione “deformazione della democrazia”, che non è meno incisiva. Il principio tutto berlusconiano secondo cui il consenso prevale sulle regole è un principio inaccettabile: per la nostra Costituzione la sovranità appartiene al popolo che, tuttavia, la deve esercitare sempre nelle forme e nei limiti della Costituzione. Quella di Berlusconi pertanto è una deformazione in senso personalistico, plebiscitario e populistico della nostra democrazia”.

Pier Luigi Bersani, segretario nazionale del PD

Il Partito Democratico di Cordenons aderisce al progetto “Libera Rete” la maratona sul web “a rete unificata” per la libertà di informazione, anche in rete.
La diretta dell’iniziativa, domani 1 luglio dalle 17 alle 24, è ideata e supportata dalla federazione delle micro web tv FEMI, Altratv.tv, Valigia Blu, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Ipazia Promos e Current. La maratona “a rete unificata” intende presentare per la prima volta il ruolo di denuncia di Internet e delle micro web tv italiane nel panorama dell’informazione del Paese.
Saranno trasmesse le inchieste più significative per mostrare quanto sia condizione necessaria per la democrazia e la legalità la libertà di fare stampa e di essere informati.
La maratona seguirà l’evolversi della manifestazione di piazza Navona e gli eventi correlati promossi dalla FNSI per la libertà di informazione e contro la legge bavaglio. Nel corso della maratona interverranno in piazza e in collegamento webcam via Skype giornalisti, magistrati, micro-editori delle micro web tv. Uno spazio rilevante sarà dato alla finestra con l’estero, con la partecipazione di osservatori della stampa estera. Inoltre, le micro web tv porteranno all’attenzione del pubblico anche una proposta concreta: la compartecipazione delle imprese tlc ai costi delle intercettazioni, come peraltro avviene in altri Paesi Europei.

Dieci motivi per partecipare a LiberaRete domani pomeriggio dalle 17 in diretta streaming o a Roma in Piazza Navona.

“Bisognerebbe non acquistare più i giornali, scrivono solo bugie”,
“Mangano è un vero eroe, non ha mai risposto alle domande che i giudici gli rivolgevano su di me e sull’amico Silvio”,
“Il povero Brancher deve organizzare un nuovo ministero, certo che non può andare in tribunale”,
“Siamo pronti a impugnare i fucili se i giudici dovessero annullare le elezioni in Piemonte”,
“Siamo stufi di aspettare la legge sulle intercettazioni va approvata subito”,
“Non abbiamo aumentato le tasse”,
“Cosa c’è di male nello scambiarsi le case, se ho commesso qualche errore l’ho commesso da privato cittadino, mica da ministro”,
“La Costituzione italiana ci impedisce di lavorare, ci sono troppe regole da rispettare”,
“La Costituzione è di tipo sovietico, bisogna cambiarla e farlo subito”,
“Cosa vogliono queste istituzioni europee, perché criticano la legge sulle intercettazioni? Se vogliono parlare si presentino alle elezioni italiane, altrimenti tacciano”.

Gli autori sono Berlusconi, Dell’Utri, BrancherGasparriLunardi.
Li abbiamo citati solo per fornirvi altri 10 buoni motivi per partecipare domani pomeriggio in Piazza Navona a Roma, o nelle altre decine di piazze reali o virtuali – compresa la nostra – che ospiteranno le iniziative contro ogni forma di bavaglio e di censura.

Unisciti a noi e guarda la trasmissione sulla “Grande mobilitazione contro il disegno di legge Alfano per la giornata del primo luglio a Roma, a piazza Navona dalle ore 17.00 in poi, e in altre località d’Italia: un’iniziativa nel segno della Costituzione, per dar voce ai soggetti e ai temi che verrebbero oscurati se passasse un provvedimento che colpisce al tempo stesso il lavoro dei giornalisti e il diritto dei cittadini di conoscere le vicende del Paese.” La diretta tv su Skytg24, RaiNews24,  Youdem e sul sito del PD provinciale di Pordenone.

Il circolo del Partito Democratico di Cordenons e il Pd provinciale di Pordenone, hanno preparato, per gli amici in rete, un raccoglitore dove verrano pubblicati tutti i pensieri che vorrete farci partecipi a riguardo della trasmissione “LiberaRete” in diretta da Piazza Navona dalle 17 di domani sera. I vostri commenti verranno pubblicati sia sul vostro profilo Facebook personale, che resi pubblici sulla pagina che abbiamo preparato per l’evento. Vi aspettiamo con i vostri commenti durante la diretta in streaming video della serata a Piazza Navona.

NON MANCATE!!

By |2010-06-30T18:58:29+00:00Giugno 30th, 2010|Partito Democratico|1 Comment

About the Author:

Circolo del Partito Democratico di Cordenons. Contatti: Piazza della Vittoria, 4 Cordenons | email: pdcordenons@gmail.com | Facebook: Partito.Democratico.Cordenons | Twitter: @pdcordenons | Instagram: @pd.cordenons

Leave A Comment

nove − 3 =