Le due palestre non sono comparabili

Le due palestre non sono comparabili

Sono state molto gravi le dichiarazioni proferite in Consiglio Comunale dal capogruppo della Lega Angelo Sartori in merito al primo lotto della palestra polifunzionale realizzato dall’amministrazione Mucignat. Sartori, per avvalorare la necessità di costituire una Commissione Speciale di indagine sull’opera incompiuta, ha lanciato l’accusa che la dichiarazione di conformità igienico funzionale rilasciata dall’Azienda Sanitaria per il primo lotto sia sospetta e che ci fossero delle “cambiali da pagare” a qualcuno. In consiglio comunale ho ribattuto che se fosse vero quanto da lui affermato, avrebbe dovuto fare un esposto in Procura. Ma né lui, né i consiglieri di centrodestra che fino a due anni e mezzo fa erano all’opposizione, hanno segnalato all’autorità giudiziaria i fatti presunto. Le sparate di Sartori, avventate e gratuite sono, ancora una volta, finalizzate a gettare fango sui predecessori. Le maldicenze non sono passate inosservate.

Si sappia, piuttosto, che ben tre organi terzi (Azienda Sanitaria, Vigili del fuoco e Coni) hanno certificato che il primo lotto rispondeva ai criteri di funzionalità previsti per legge. Grazie ai bagni posti esternamente e provvisoriamente alla struttura come richiesto dall’organo sanitario, questa aveva rilasciato un certificato di adeguatezza valevole per due anni. Però, dal momento in cui l’amministrazione Ongaro ha deciso di spostare i bagni al Parareit, è chiaro che quella idoneità provvisoria non risulta più soddisfatta.

Ciò significa che se si dovesse configurare un danno erariale la responsabilità ricadrebbe sul sindaco Ongaro e la sua giunta. Togliendo, infatti, quei bagni è stata infranta una prescrizione vincolante. L’autorizzazione era temporanea, ma avrebbe consentito al Comune di andare a realizzare il secondo lotto della palestra. Addirittura, i finanziamenti erano stati garantiti in parola dall’allora assessore regionale Elio De Anna! La morale è una sola: se a governare Cordenons ci fosse il centrosinistra, la palestra polifunzionale dietro l’Aldo Moro sarebbe già bella e funzionante a disposizione delle associazioni sportive. Al contrario, oggi, a causa dell’incapacità del centrodestra, ce ne sono due incomplete.

By |2013-10-30T22:25:26+00:00Ottobre 30th, 2013|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

due × 1 =