La politica secondo i De Anna

La politica secondo i De Anna

di Gianni Ghiani

Ormai in consiglio comunale assistiamo sistematicamente ad esternazioni strampalate ed offensive da parte del consigliere Dino De Anna già senatore della Repubblica.

Nella pagina locale de “Il Gazzettino” di martedi 16 febbraio se ne fa cenno. Efemisticamente la giornalista racconta che in aula si usa un “linguaggio poco aulico”. In verità bisogna dire che sono volate parole pesanti, accuse stereotipate e volgari venute dai banchi dell’opposizione e precisamente dalla “bocca d’oro” del capogruppo Pdl. Il dott. (anzi il professor) Dino De Anna non avendo argomenti la butta spesso e volentieri in rissa verbale. Venerdì 12 è intervenuto contro Sorrentino (obiettivo abituale) e assieme a lui se l’è presa di proposito contro tutta la maggioranza tacciandola di essere “veterocomunista e liberticida” e -chiudendo con l’acuto- ha gridato verso i banchi del centrosinistra “assassini”. Il presidente Vampa ha stigmatizzato e ripreso con la necessaria durezza le parole riprovevoli di De Anna e con altrettanta decisione la consigliere di Rifondazione, Flavia Valerio, ha chiesto pubbliche scuse da parte del capogruppo del Popolo delle libertà. Scuse che non sono pervenute perché la libertà per Dino De Anna equivale, evidentemente, a liceità di offendere e di sproloquiare.

Nondimeno il fratello Elio, dal 2008 assessore regionale, mesi or sono contro il consigliere del Pd Mauro Travanut si era permesso di dire che per lui avrebbe provveduto a far arrivare delle belle zucchine lunghe e grosse da qualche paese esotico affinchè se le mettesse in quel posto. Non c’è che dire fratelli praticamente gemelli sia nella stazza che nell’arroganza verbale.

Fosse soltanto un problema di stile….il vero problema è che i De Anna, se possono, approfittano dei posti di potere che occupano. Elio, che di potere da una dozzina d’anni ne ha parecchio, sia da presidente della Provincia che adesso da assessore regionale, non ha mancato mai di far pervenire il suo aiuto al terzo fratello della famiglia che risponde al nome di Mario. Ci sono atti amministrativi che sembrano comprovare in modo inequivocabile il fatto che prima Mario è stato assunto per conto della Provincia e recentemente per conto della Regione. Lasciamo che la magistratura faccia il suo corso come è bene che sia.

Tuttavia il caso è talmente vistoso che addirittura una radio importante come Radio24 (gruppo Il Sole24ore) se ne occupata nel giugno 2009. Grazie ad un nostro concittadino, siamo riusciti a sapere della puntata radiofonica di “Un abuso al giorno” andata in onda il 26.06.2009 in cui è stato affrontato il caso “parentopoli in Friuli Venezia Giulia”. La puntata, che puoi ascoltarla online, ha visto anche la presenza telefonica del consigliere regionale dell’Idv Alessandro Corazza, con cui il conduttore si prolunga in una serie di botta e risposta sul clientelismo friulano dei fratelli De Anna.

Ci dite la vostra sul mitico Elio e i suoi fratelli?

By |2010-02-17T19:29:19+00:00Febbraio 17th, 2010|Mondo|0 Comments

About the Author:

Circolo del Partito Democratico di Cordenons. Contatti: Piazza della Vittoria, 4 Cordenons | email: pdcordenons@gmail.com | Facebook: Partito.Democratico.Cordenons | Twitter: @pdcordenons | Instagram: @pd.cordenons

Leave A Comment

2 × due =