Giù le mani dalla Casa di riposo

Giù le mani dalla Casa di riposo

La Giunta Ongaro, e la sua longa manus Riccardo Del Pup, sostengono che entro metà dicembre spetta a loro rimpiazzare l’attuale CdA della casa di riposo Asp Arcobaleno di Cordenons, con persone che rispondano alla loro volontà politica. Non è così. Si mettano il cuore in pace: il CdA rimarrà in carica fino alle elezioni di primavera. Lo Statuto dell’Asp Arcobaleno parla chiaro

– – – – – –

La Giunta Ongaro, e la sua longa manus Riccardo Del Pup, quando si prospetta la possibilità di mettere le mani sulle poltrone, chissà perché, diventano efficientissimi. Sostengono che entro metà dicembre spetta a loro rimpiazzare l’attuale CdA della casa di riposo Asp Arcobaleno di Cordenons, con persone che rispondano alla loro volontà politica. Magari, come è successo in passato, insediando rappresentanti dalle dubbie competenze di merito, ma con una più spiccata fedeltà al potere di chi è al governo.

Non è così. Si mettano il cuore in pace: il CdA attualmente in carica rimarrà tale fino all’esito delle future consultazioni amministrative di primavera. Lo Statuto dell’Asp Arcobaleno parla chiaro. Basta leggere il comma 4 dell’art. 6 che recita: “Il Consiglio di Amministrazione entra in carica il giorno dell’insediamento e dura in carica fino al rinnovo del Consiglio Comunale di Cordenons (PN). I componenti il Consiglio di Amministrazione rimangono comunque in carica fino all’insediamento dei successori che deve avvenire entro quarantacinque giorni dall’insediamento del Consiglio Comunale di Cordenons (PN)”.

La norma transitoria dello Statuto all’art.27 dichiara quanto segue: “La norma dello statuto di cui al comma 4 dell’articolo 6, troverà attuazione dalla seconda tornata amministrativa comunale da oggidì” (la data in calce allo Statuto è 25 giugno 2009). Se non bastasse, a fugare ogni dubbio sul fatto che il CdA non decade nel 2015, c’è il decreto 273 della Regione FVG, con oggetto la LR 19/2003, art. 4, comma 3 – Azienda pubblica di servizi alla persona “Arcobaleno” di Cordenons (PN) di approvazione delle modifiche statutarie, in cui è scritto a chiare lettere che: “l’integrazione del comma 3 dell’articolo 27 mediante la specificazione che la tornata amministrativa cui si riferisce la disposizione in questione è quella comunale, la scadenza naturale è prevista per il 2016”.

Ciò detto, attendiamo i pareri ufficiali degli uffici competenti della Regione, se – come sembra – sono stati interpellati. Intanto, lor signori di maggioranza, stiano buoni al loro posto e non si sbraccino. Il Sindaco rispetti le regole e lasci lavorare al meglio il consiglio di amministrazione in carica come ha saputo egregiamente fare fino ad ora. Il rinnovo delle cariche spetterà al nuovo sindaco.

By |2015-12-05T08:08:19+00:00Dicembre 5th, 2015|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

venti − quattro =