Fateci un regalo per Natale

Fateci un regalo per Natale

Non c’è pace dentro la maggioranza. Nemmeno il clima natalizio è in grado di sedare le divisioni profonde che la pervadono. L’ultima chicca è la caccia alle spie dentro la maggioranza che spiffererebbero inopportunamente alla stampa tutte le magagne interne. Ormai vige la legge del “tutti contro tutti”. E’ scontro continuo tra il Gruppo misto e gli ex-amici della Lega, ben assistito dal comandante in capo Riccardo Del Pup. Il PdL è spaccato in due fazioni e ciascuna risponde a due segretari diversi.

Quella capitanata dal vicesindaco Raffin è in rotta di collisione permanente con il presidente del Consiglio Del Pup. L’altra no. In giunta ogni assessore va per conto proprio e tra gli uffici regna il caos organizzativo nonostante ci siano tre responsabili di funzione in più rispetto alla precedente amministrazione. Ovviamente senza una rotta politica chiara e minimamente efficiente anche il personale municipale si sente demotivato e confuso. Il sindaco in tutto questo fa la parte della vittima e del carnefice senza concludere niente che abbia una rilevanza significativa per i cittadini. Infatti Ongaro, invece che prevenire i problemi, li procrastina fino a farli scoppiare tra le sue mani. Quando si tratta di far sentire il peso politico di Cordenons in Provincia (caso ex-Makò), nell’Ambito socio-sanitario (disservizi per l’handicap), nell’ATO (aumento tariffa dell’acqua), in Azienda Sanitaria 6 (tagli ai servizi infermieristici in Casa di riposo), ecc il sindaco non c’è e quando c’è e come se non ci fosse, visti i risultati immancabilmente negativi per la comunità cordenonese. Senza una maggioranza coesa e un sindaco intraprendente, il Comune di Cordenons sarà sempre più allo sbando.

La situazione è talmente compromessa che non stupisce più nemmeno la balzana idea del presidente Del Pup di introdurre nello Statuto Comunale una norma che consenta di sfiduciare oltre al sindaco anche gli assessori (cosa impossibile per legge, dal momento che gli assessori sono di nomina esclusiva del primo cittadino).

A questo punto, la nostra proposta è semplice: colgano il Natale come occasione propizia. Per dignità e senso di responsabilità facciano un regalo ai cittadini dimettendosi tutti per andare a nuove elezioni.

Buon Natale

By |2012-12-12T12:12:51+00:00Dicembre 12th, 2012|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

sei + 17 =