Il sindaco Ongaro si fissa sulla forma e nega la sostanza

Il sindaco Ongaro si fissa sulla forma e nega la sostanza

Dopo un’ora e mezza di minuziosa esposizione dei fatti documentati dalla Commissione speciale d’Indagine sui lavori della Palestra di Villa d’Arco, il sindaco Ongaro accampa scuse dicendo che le notizie uscite sulla stampa hanno danneggiato la sua immagine. L’assessore ai Lavori Pubblici Valter Gardonio, per non essere da meno, omette ancora una volta la verità sull’auto-sosteniblità dell’opera alludendo alla non rappresentatività della maggioranza in Commissione.
La città di Cordenons sta pagando un prezzo troppo alto a causa di un’amministrazione Ongaro che ogni giorno si dimostra inadeguata al compito affidatole dai cittadini

________________________________________________

Può un sindaco di una città di 18.400 abitanti, dopo un’ora e mezza di minuziosa esposizione dei fatti debitamente documentati dalla Commissione Speciale d’Indagine sui lavori della Palestra di Villa d’Arco, lavori che sono incompiuti, con una previsione di spesa finale superiore di oltre il 30%, alzare le spalle e limitarsi a dichiarare in consiglio comunale che non si vuole entrare nel merito della questione bensì solo lamentare il fatto che le notizie uscite sulla stampa hanno danneggiato la sua immagine? Un sindaco che si fissa solo su aspetti marginali di forma comunicativa, peraltro addebitabili solo alla stampa che fa il suo mestiere, ed elude completamente la pura verità dei fatti di una pessima gestione politica e amministrativa dell’appalto pubblico, quale credibilità può avere? E’ ancora affidabile?

Un assessore ai Lavori Pubblici che per mesi ha ostentato una sicurezza prometeica sull’auto-sostenibilità finanziaria dell’opera grazie ai proventi ricavabili dalla produzione di energia da fotovoltaico con il quarto e quinto conto GSE, omettendo di dire la verità sulle reali difficoltà dell’operazione mentre rispondeva alle nostre interrogazioni consiliari, quale credibilità pretende ancora di avere? Un sindaco che dice senza imbarazzo di non ricordare e di non sapere fatti la cui responsabilità politica è chiaramente a lui riconducibile, quanto può andare avanti a governare?

Si ricordi che le cariche pubbliche vanno adempiute con disciplina ed onore; richiedono competenza e senso di responsabilità. Non è consentito “giocare” con i soldi dei cittadini soprattutto in un’epoca di crisi così drammatica. E allora, non è forse stato superato il segno? La città di Cordenons non sta pagando un prezzo troppo alto a causa di un’amministrazione Ongaro che ogni giorno di più si sta dimostrando inadeguata al compito affidatole dai cittadini? E’ ora che anche i consiglieri di maggioranza più coscienziosi aprano gli occhi e in nome del bene generale di Cordenons si dissocino da un andazzo pericoloso che noi avvertiamo con grande preoccupazione.

Post scriptum: il documento redatto dalla Commissione Speciale d’Indagine può essere visionato in Comune tutti i giorni negli orari d’apertura al pubblico

By |2013-10-17T17:45:55+00:00Ottobre 17th, 2013|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

2 × uno =