Ad Antonini diciamo: ognuno balli con sua zia

Ad Antonini diciamo: ognuno balli con sua zia

Antonini, segretario di scorta del PdL di Cordenons, non venga a dire al Pd come si deve comportare sul caso Stu Makò in Consiglio Comunale. Se la Società di Trasformazione Urbana dopo otto anni presenta all’attivo solo debiti e si trova in una preoccupante situazione di stallo operativo è perché il centrodestra, sia a livello cittadino che provinciale, ha dimostrato una totale incapacità tecnica e politica nel gestire l’operazione di riqualificazione dell’area ex-Makò. Basta ricordare i protagonisti della storia: i sindaci della città, ieri Del Pup e oggi Ongaro; i presidenti della provincia, ieri De Anna e oggi Ciriani, i due presidenti succedutisi alla guida della società, prima Vagaggini e poi Scian, sono tutti uomini espressione della classe dirigente del centrodestra locale.

Si sappia, visto che Antonini non lo sa o fa finta di non saperlo, che non è stato l’ex sindaco Mucignat a volere alla guida della Stu Alessio Scian, semmai, per non creare contrasti con l’amministrazione provinciale, Mucignat lasciò che fosse il presidente Ciriani ad indicare il candidato più gradito per la presidenza. Perciò Antonini non chieda a noi di fare la stampella di un centrodestra incapace e diviso. Lui e i suoi si assumano fino in fondo la loro responsabilità.

Se il PdL cordenonese è balcanizzato in più fazioni contrapposte, se tra il PdL e Forza Italia è guerriglia quotidiana, se con la Lega, il PdL e FI non sono in grado di darsi una linea comune la colpa non è certo del centrosinistra cordenonese, che, al contrario, ha dimostrato di essere coeso e capace di assumersi le sue responsabilità sia quando è stato al governo, sia oggi che è all’opposizione. Piuttosto c’è da evidenziare che se qualcuno del centrodestra avesse avuto il coraggio, nell’autunno del 2013, di staccare la spina ad Ongaro, invece di limitarsi a conquistare qualche poltrona, oggi saremmo in campagna elettorale per ridare anticipatamente e finalmente un nuovo governo a Cordenons. A questo punto, come dice il detto, ognuno balli con sua zia.

By |2014-02-27T15:01:07+00:00Febbraio 27th, 2014|Comunicazioni|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

quindici − 6 =