MACELLO: GATTEL VA RIMBORSATO PER INTERO PRIMA DELLA GARA

Ormai il caso del Macello comunale è diventato un giallo. È mai possibile che il 12 marzo chi ha aperto la crisi in maggioranza, rivendicando la necessità di dare tempestiva soddisfazione alle richieste del gestore per rimborsarlo degli investimenti fatti sulla struttura, a distanza di tre mesi accetti senza battere ciglio che a Gattel venga liquidata soltanto una piccola parte dell’importo (peraltro più basso rispetto alla stima elaborata dal perito giurato), rinviando a chissà quando e come il resto della somma?

Eppure, Forza Cordenons, attraverso il consigliere Baletti, aveva posto alla giunta la pregiudiziale di liquidare per intero e prima della indizione della gara il dovuto al gestore, il quale, è facile immaginare, abbia esaurito il bonus di pazienza a sua disposizione.

Dopo aver scaricato il problema interamente sulle spalle del Segretario, che veste i panni del Cireneo, la soluzione “spezzatino” paventata dal sindaco ci sembra poco dignitosa. A cinque anni dall’inizio di questo Calvario, di cui è protagonista il centrodestra, è giunta l’ora di essere seri.

L’amministrazione non si nasconda dietro ad un dito: entro giugno deve essere approvato il rendiconto 2016. L’avanzo di bilancio sarà consistente almeno quanto quello accertato l’anno scorso, per cui Gattel venga rimborsato in un’unica soluzione e per l’intero importo prima della gara. Ormai è diventata una questione di decenza.