A Villa d’Arco Ghiani lancia il progetto condiviso Comune-Associazioni

A Villa d’Arco Gianni Ghiani ha lanciato il progetto tavolo condiviso Comune-Associazioni. Il candidato sindaco: “L’agricoltura deve tornare a essere un settore trainante, alleato dell’ambiente”. E ha lanciato l’idea dell’asparago come prodotto tipico locale

Azzerare le distanze tra Cordenons e Villa d’Arco, non soltanto dal punto di vista fisico ma anche mentale: è l’appello lanciato martedì 19 aprile nel corso dell’incontro con gli abitanti della località cordenonese del candidato sindaco di centrosinistra Gianni Ghiani. Ciò che è emerso nel corso dell’affollata assemblea è una mancanza di coordinamento delle realtà associative: spesso Villa d’Arco si è vista calare dall’alto iniziative che non sentiva proprie.

Nel nostro programma intendiamo valorizzare i capitali della città – ha spiegato Ghiani -. Tra questi, c’è il capitale sociale nel quale vogliamo creare un ‘osservatorio sociale‘ legato alle tematiche che si occupano di questa materia, ma più in generale, creare un tavolo anche con le altre realtà associative per realizzare un minimo di calendario condiviso. È per l’amministrazione una fatica in più, ma fondamentale per una collaborazione tra le varie realtà attive a Cordenons”.

In questo senso, anche da un punto di vista culturale, c’è l’intenzione di dislocare le iniziative sul territorio. “Non c’è solo l’Aldo Moro – ha proseguito Ghiani – ma è nostra volontà coinvolgere tutti i quartieri sia con le assemblee sia con iniziative culturali da definire insieme al territorio”.

Il quartiere ha chiesto inoltre più sicurezza: Villa D’Arco negli ultimi anni si è molto popolata e la preoccupazione per visite indesiderate nelle abitazioni è aumentata di pari passo. Allo stesso modo, ci sono anche alcune strutture pubbliche da mettere in sicurezza, quale il parco privo di recinzione e buio oppure le canalette dell’acqua che costituiscono un rischio di scivolamento. “Agendo sulla collaborazione – ha ribadito il candidato sindaco di Pd, Cittadini per Scegliere insieme e Sinistra in Comunesi vivacizza di più il territorio. L’insicurezza si prova quando c’è isolamento, ma un tessuto sociale di persone che condividono iniziative ed esperienze veicolano sicurezza”.

Nell’esplicitare i Capitali di Cordenons (sociale, ambientale, imprenditoriale, culturale, urbanistico), Ghiani ha posto l’accento sull’agricoltura sostenibile. “L’agricoltura deve tornare a essere un settore importante per Cordenons – ha affermato – che valorizzi il territorio. Dove si è perseguito questa strada, il comparto agricolo è cresciuto. In questo è fondamentale l’alleanza natura-agricoltura. Ad esempio, l’asparago è un prodotto che può avere un grande futuro. Inoltre, si potrebbe valorizzare un mercato di prodotti a chilometri zero”.

Nel corso della serata sono stati presentati i candidati del paese: Stefano Crocicchia di Sinistra in Comune, Francesca Spagnol e Moreno Lisetto per il Pd. Quest’ultimo ha annunciato un incontro che si terrà sempre all’osteria Alla Passeggiata martedì 26 aprile alle 20.30 per illustrare un progetto permanente che va al di là del periodo elettorale e che lo vede promotore assieme a un gruppo di persone del paese come collettore tra i cittadini di Villa d’Arco e l’amministrazione comunale.